Perchè è Importante

Gli affreschi della volta della Chiesa Inferiore della Basilica di San Francesco d’Assisi versano in uno stato critico. E‘ necessario e urgente un intervento di conservazione per assicurare un futuro a questa meravigliosa volta, in particolare alla vela raffigurante San Francesco in gloria, testimonianza inestimabile della ricchezza artistica, storica e spirituale di questo luogo.

“Noi frati del Sacro Convento abbiamo un privilegio grandissimo, quello di custodire la Basilica dove riposano le spoglie mortali di San Francesco d’Assisi. Molti artisti vennero chiamati qui a onorare San Francesco con la loro opera sapiente. Così questa Basilica e questo convento, impreziositi dal lavoro di architetti, costruttori, scultori, pittori, sono oggi un gioiello unico al mondo. Ora tocca a noi preservare opere d’arte di Maestri quali Cimabue, Giotto, Pietro Lorenzetti, Simone Martini. Le custodiamo anche a nome tuo e dei milioni di visitatori che giungono qui ogni anno, perché le generazioni future possano ancora godere di tutta questa bellezza, testimonianza di arte e di fede. Lo possiamo fare grazie all’aiuto di tutti”.

Padre Marco Moroni | Custode del Sacro Convento di San Francesco di Assisi

Insieme per San Francesco | Assisi

Raggiunto:
13%
  •  27.250

    Obiettivo
  •  3.515

    Raccolti
  • 197

    Giorni Rimasti
Minimum amount is € Maximum amount is €
Assisi, Italia

La Storia

 

 

La Chiesa Inferiore della Basilica di San Francesco

La Chiesa Inferiore della Basilica di San Francesco in Assisi fu edificata con l’intento di custodire le spoglie del Santo nella sua città natale: è oggi luogo di grande spiritualità e pace, nonché meta per eccellenza di pellegrinaggio e culto.
Il complesso architettonico della Basilica conserva capolavori inestimabili, tra cui affreschi di Giotto e Cimabue che raffigurano la vita straordinaria di San Francesco.  Vi si celebra non solo il Santo nell’universalità della sua spiritualità – riconosciuta non solo dagli italiani, cattolici e non, ma anche da ortodossi e protestanti, indù, buddisti, ebrei ed atei – ma anche un patrimonio artistico unico che segna una tappa importante nel percorso dell’arte figurativa.

 

 

Il presbiterio della Chiesa Inferiore, che conserva il gotico altare papale consacrato nel 1253, è coperto da una grande volta a crociera, decorata con affreschi attribuiti a Giotto e alla sua bottega e databili al 1334 circa.

Nelle quattro grandi vele, tutte su sfondo dorato, sono raffigurate le Allegorie francescane della Castità, della Povertà e dell’Obbedienza – cardini della Regola francescana – oltre a un Trionfo di San Francesco.

 

Quest’ultimo pone al centro la figura del Santo concepito come Alter Christus – un’icona vivente di Cristo – caratterizzato da una pregiatissima tunica che ricorda le icone bizantine.  Eccezionale in questo affresco è il corposo uso dell’oro, che testimonia il massimo della sontuosità raggiunta nella decorazione della Basilica, in evidente spirito revisionistico rispetto al pauperismo predicato dal Santo fondatore.

Questa straordinaria lunetta ha bisogno di un urgente intervento di restauro, fondamentale per assicurare un futuro a questa meravigliosa volta.

 

Stato di conservazione

I dipinti delle vele del presbiterio sono soggetti a fenomeni di degrado, causati da vari fattori, da quelli sismici – data la vulnerabilità propria del sito – a quelli microclimatici, dovuti alla corposa e costante presenza di visitatori. L’ultimo intervento di restauro è stato effettuato ormai circa 50 anni fa.
Sono evidenti e diffusi sedimentazioni, distacchi e micro-sollevamenti della pellicola pittorica, nonché lesioni lungo tutta la superficie.
Nei prossimi mesi è quindi previsto un intervento conservativo sull’intera volta a crociera sovrastante l’altare maggiore della Chiesa Inferiore della Basilica.

 

Il restauro

L’intervento prevede il ripristino della stabilità e dell’adesione della pellicola pittorica all’intonaco e dello stesso intonaco alla struttura sottostante. Le vecchie stuccature – che risalgono a interventi di restauro precedenti – saranno consolidate o rimosse e sostituite con nuove realizzate con malte adeguate e compatibili con i materiali preesistenti. I sollevamenti della pellicola pittorica saranno fissati mediante infiltrazioni di emulsioni acriliche e, in seguito, verrà eseguita una pulitura a secco tramite spugne per la rimozione della polvere leggermente fissata, della polvere bianca salina e delle ragnatele.

Il restauro assicurerà un futuro a questa meravigliosa volta. Diventa Angelo: insieme per San Francesco. 

 

 

Focus: San Francesco è una delle figure religiose più venerate della storia grazie alla natura universale della sua spiritualità, alla semplicità del suo messaggio, all’amore professato per il creato. E’ patrono degli animali e degli uccelli, suoi “fratelli” e “sorelle” nel Cantico di frate Sole che costituisce il primo testo poetico scritto in lingua italiana. E’ inoltre il santo patrono d’Italia, della città di Assisi e di cinque città del Nord America: Denver (Colorado), Metuchen (New Jersey), Salina (Kansas), San Francisco (California) e Santa Fe (New Mexico).

Francesco nacque in Italia intorno al 1181 in una benestante famiglia di commercianti di tessuti. Dopo aver combattuto in una battaglia tra Assisi e Perugia, fu catturato e imprigionato. Trascorse quasi un anno nelle carceri perugine fino a quando venne riconsegnato al padre in cambio di un riscatto. Dopo il suo rilascio, Francesco ebbe un’epifania spirituale che lo spinse a rinunciare a tutti i suoi averi. Abbandonando la sua vita di lusso, iniziò una intensa vita di fede cristiana e nel 1209 accolse altri giovani di Assisi che con lui costituirono il primo nucleo dell’Ordine francescano. Dopo la sua morte nel 1226, fu canonizzato da Papa Gregorio IX nel 1228, anno in cui vennero avviati i lavori di costruzione della Basilica.

 

 

Fondazione per la Basilica San Francesco in Assisi è un ente senza fini di lucro nato nel 2002 per volontà della Custodia generale del Sacro Convento di San Francesco di Assisi, con gli obiettivi della tutela, la promozione e la valorizzazione (anche in concerto e collaborazione con autorità e soggetti all’uopo preposti), del patrimonio religioso, storico, monumentale e culturale costituito dalla Basilica e dal Sacro Convento di San Francesco in Assisi. La Fondazione oltre agli obiettivi iniziali, si pone anche gli obiettivi di sviluppare progetti per la sicurezza, l’ambiente e la pace, secondo lo Spirito Francescano, non solo all’interno del complesso ma anche all’esterno, sia sul territorio italiano che all’estero, grazie alle conoscenze e competenze che vengono sviluppate attraverso progetti svolti in collaborazione con soggetti, sia italiani che internazionali. Per raggiungere tali obiettivi, la Fondazione conta sul contribuito volontario e gratuito dei soggetti che intendono partecipare ai vari progetti, mettendo a disposizione le proprie conoscenze e competenze, e del generoso sostegno economico dei donatori.

https://www.sanfrancescoassisi.org/fondazione/ita/

Livelli

€10

Donazione da €10 o più. Certificato di Pergamena Digitale; riconoscimento sulla pagina “Angeli” del sito LoveItaly. I frati francescani della Basilica di San Francesco pregheranno per le necessità, materiali e spirituali, di tutti i donatori e si uniranno alle loro intenzioni particolari di preghiera nella celebrazione della messa

€25

Donazione da €25. Come sopra più: Nome e riconoscimento sul sito della Basilica di San Francesco d’Assisi

€100

Donazione da €100. Come sopra più: riconoscimento nell’e-book dell’intervento conservativo della Basilica di S Francesco d’Assisi.

€500

Donazione da €500. Come sopra più: Nome e riconoscimento sul video finale su YouTube + Invito a partecipare alle attività e eventi esclusivi LoveItaly.

€1000

Donazione da €1000. Come sopra più: Nome sulla pagina web della mostra a fine restauro sulla piattaforma Omeka. Visita esclusiva alla Basilica e al Sacro Convento guidata da un frate.

€2000

Donazione da €2000. Come sopra più: Visita esclusiva ai cicli giotteschi della Basilica guidata dal Capo-restauratore di Assisi, esperto mondiale delle opere di Giotto; Visita al cantiere (ancora allestita) dell’intervento guidata dal direttore dei lavori.

€5000

Donazione da €5000. Come sopra più: Visita esclusiva alla Biblioteca del Sacro Convento e al Museo del Tesoro guidata da un frate.

Se preferisci puoi aiutarci anche tramite bonifico bancario. Se scegli questo metodo di pagamento, ti chiediamo gentilmente di inviarci per email una copia della ricevuta di bonifico, in modo da poterti inserire tra i donatori ufficiali di LoveItaly sul nostro sito web!

LoveItaly Associazione Culturale
Unicredit Banca / Roma Non Profit
Piazza Barberini n.40, 00187 – Roma
IBAN: IT45W0200803284000103456316
Swift/Bic: UNCRITM1RNP